Giù le mani dai bambini

Sovente mi capita di sostenere, in qualità di sviluppatore-web designer alcuni progetti di charity a sostegno di organizzazioni senza scopo di lucro (ONLUS), tra le quali possiamo certamente annoverare l’associazione “Giù le mani dai bambini“. Questa organizzazione si costituisce intorno al 2003-2004 con lo scopo di contrastare gli abusi farmaceutici operate a danno dei bambini, con un focus particolare all’altrimenti noto disturbo codificato con l’acronimo ADHD. Si deve infatti sapere che nel corso degli ultimi anni, la comunità scientifica si è divisa intorno a questo tipo di diagnosi trovandosi non completamente concorde intorno a questo argomento. Molti i pareri degli esperti che si sono opposti sopratutto al trattamento farmacologico del disturbo, mettendo in evidenza come gli effetti collaterali di questo tipo di trattamento palesino rischi che potrebbero superare di gran lunga i benefici ricevuti dal paziente. Tuttavia non voglio addentrarmi in tematiche e dibattiti che è bene che vengano condotti dagli esperti del settore, limitandomi, per quanto mi sia possibile, alla mera presentazione del progetto.

Il Restyling

Il sito web dell’associazione si presentava come un gigantesco contenitore di articoli, più di 5000, prevalentemente a sfondo scientifico, rispetto ai quali si necessitava un diverso tipo di impaginazione che potesse offrire all’utente un esperienza di navigazione piacevole ed in linea con gli argomenti trattati. Inoltre, l’organizzazione aveva, nel corso del tempo, avuto modo di raccogliere una enorme quantità di patrocini, premi e onoreficenze, che il sito web non metteva in risalto. La nuova struttura, in linea con gli standard comunicativi del settore medico farmaceutico, valorizza il modo importante questi elementi offrendo un miglioramento complessivo, ed interattivo, della struttura dei contenuti.

L’albo dei patrocini e delle onoreficenze

L’albo dei patrocini e delle onoreficenze si presentava in modo così vasto da poter contemplare poche altre opzioni oltre alla mera elencazione. Si è invece optato, allo scopo di dare maggior prestigio alla pagina e di conseguenza, all’organizzazione, una rappresentazione più simbolica degli enti patrocinanti, mediante l’inserimento dei loghi istituzionali in un pagina dedicata, e apponendo, ad ognuno di essi, il link di riferimento all’ente patrocinante, allo scopo di agevolare eventuali verifiche e correlazioni.

I testimonial

Altro punto di forza di questa associazione è la presenza di numerosi testimonial, tutti firmatari della lettera di intenti dell’organizzazione, e dunque, tutti certificati. Sono stati raccolti in una pagina a loro dedicata, allegando anche i motivi e le circostanze della loro adesione.

Il crowd founding

Come ogni altra realtà di questo genere, l’organizzazione si sostiene grazie ai contributi volontari conferiti dai sostenitori. A questo scopo si è realizzata una landing page apposita, atta a raccogliere tutti i metodi di crowd founding implementati offrendo un ampio ventaglio di scelta all’utente, che può, sulla base del contributo che intende offrire, scegliere lo strumento che ritiene essere più in linea alla sua volontà di contribuzione. In particolare:

Risultati

L’ organizzazione ha avuto modo di consolidare nel tempo la propria quantità di traffico, la propria base di utenza, incrementando in modo importante la propria attendibilità e autorevolezza, oggi riflessa anche dallo stile della sua comunicazione, con riflessi diretti sulla quantità di donazioni raccolte. Oggi Giù le mani dai bambini è una realtà di riferimento sul tema dell’ADHD.